CARTACEO VS DIGITALE: CHI VINCE?

Nel 1975 la rivista Bloomberg Businessweek profetizzò che la carta stampata sarebbe scomparsa entro gli anni Novanta, eppure ad oggi il suo consumo continua ad aumentare, con circa mezzo milione di tonnellate prodotte ogni anno, e anche in piena era digitale tantissimi italiani continuano a preferire gli strumenti tradizionali.

È il caso dei calendari cartacei, per esempio. Ormai tutti abbiamo un calendario su ogni dispositivo, eppure in ufficio ci viene spontaneo controllare le date su quello a muro o segnare turni, ferie, appuntamenti e scadenze su quello da scrivania. Non solo, tantissime aziende continuano a utilizzare calendari e agende cartacee per farsi pubblicità, personalizzandoli con il proprio logo e ritrovandosi così con un oggetto che è allo stesso tempo un utile strumento organizzativo e un discreto ma efficace biglietto da visita.

E i libri? È innegabile che il mercato degli e-book e degli audiolibri sia in forte crescita, poiché si tratta di prodotti economici, leggeri e salvaspazio. Gli audiolibri possono essere ascoltati anche quando si hanno gli occhi troppo stanchi o impegnati per leggere: alla guida, in palestra, in viaggio… E con gli e-book è possibile cercare all’istante il significato di parole sconosciute, adattare le dimensioni del testo alle proprie esigenze, sottolineare particolari passaggi o prendere appunti senza bisogno di matite ed evidenziatori. Eppure, la carta stampata resta il mercato maggioritario per i libri. Tante sono le motivazioni addotte da chi preferisce i libri di carta. Questi non necessitano di carica batterie e prese di corrente, emanano un profumo ogni volta diverso e per molte persone inebriante, a volte hanno copertine e illustrazioni che sono piccole opere d’arte, diventano degli ottimi complementi d’arredo per dare una nota di colore a mensole e librerie e conferiscono un alone di maggiore concretezza al sapere, cosa che favorisce l’apprendimento.

È sbagliato, comunque, vedere la carta stampata e il digitale come due mondi separati, poiché questi possono anche essere combinati a creare prodotti innovativi e capaci di soddisfare meglio le esigenze dell’utente. È il caso dei QR-code posti sui prodotti cartacei, che permettono di accedere virtualmente a contenuti aggiuntivi. Smartcalendars ha creato dei prodotti per così dire ibridi, usando la carta come supporto per accedere a dei contenuti in formato digitale grazie a dei QR-code.

Nei calendari, agende e blocknotes 2022 di Smartcalendars troverete originali mappe concettuali che esemplificano i concetti chiave di best sellers sulla crescita personale, le soft skills, la digitalizzazione e tanto altro ancora. Non solo, scannerizzando un pratico QR-code avrete accesso agli  audio summary dei libri e ad altro materiale di approfondimento.

E i libri? È innegabile che il mercato degli e-book e degli audiolibri sia in forte crescita, poiché si tratta di prodotti economici, leggeri e salvaspazio. Gli audiolibri possono essere ascoltati anche quando si hanno gli occhi troppo stanchi o impegnati per leggere: alla guida, in palestra, in viaggio… E con gli e-book è possibile cercare all’istante il significato di parole sconosciute, adattare le dimensioni del testo alle proprie esigenze, sottolineare particolari passaggi o prendere appunti senza bisogno di matite ed evidenziatori. Eppure, la carta stampata resta il mercato maggioritario per i libri. Tante sono le motivazioni addotte da chi preferisce i libri di carta. Questi non necessitano di carica batterie e prese di corrente, emanano un profumo ogni volta diverso e per molte persone inebriante, a volte hanno copertine e illustrazioni che sono piccole opere d’arte, diventano degli ottimi complementi d’arredo per dare una nota di colore a mensole e librerie e conferiscono un alone di maggiore concretezza al sapere, cosa che favorisce l’apprendimento.

È sbagliato, comunque, vedere la carta stampata e il digitale come due mondi separati, poiché questi possono anche essere combinati a creare prodotti innovativi e capaci di soddisfare meglio le esigenze dell’utente. È il caso dei QR-code posti sui prodotti cartacei, che permettono di accedere virtualmente a contenuti aggiuntivi. Smartcalendars ha creato dei prodotti per così dire ibridi, usando la carta come supporto per accedere a dei contenuti in formato digitale grazie a dei QR-code.

Nei calendari, agende e blocknotes 2022 di Smartcalendars troverete originali mappe concettuali che esemplificano i concetti chiave di best sellers sulla crescita personale, le soft skills, la digitalizzazione e tanto altro ancora. Non solo, scannerizzando un pratico QR-code avrete accesso agli  audio summary dei libri e ad altro materiale di approfondimento.

Autrice
Debora Vilutano
21/02/22

error: Content is protected !!