Deep work: come sviluppare l'abilità più preziosa del 21° secolo

Deep work, termine che si può tradurre con lavoro profondo, ma cos’è e cosa significa realmente? Nato dalle riflessioni di Cal Newport, insegnante ed esperto di informatica, blog e scrittore di libri dedicati al miglioramento delle prestazioni e della produttività lavorativa. Sul suo blog “Study Hacks”, il professore pubblicò un articolo introducendo il concetto di Deep work descrivendola come una pratica sempre più rara da trovare.

In particolare, Newport, si riferiva ai lavoratori di concetto che, secondo lui, utilizzano troppo tempo in “shallow work”, ovvero lavoro superficiale. Esercizi che chiunque con conoscenze base può eseguire come rispondere alle e-mail, essere presenti sui social o pianificare la logistica. Ma la concentrazione sugli obiettivi? Questa manca e si è notata la sua assenza soprattutto in questi ultimi tempi in cui si è dovuto ricorrere allo smart working. Lavorare da casa implica un gran numero di distrazioni, come fare allora a imparare il Deep work e concentrarsi sul lavoro raggiungendo obiettivi e migliorando professionalmente?

I 4 step del Deep work: quali sono e come eseguirle

Newport, nel suo blog, suddivide in 4 step le azioni che assicurano maggiori performance lavorative e una perfetta concentrazione su ciò che si sta facendo, gli stessi concetti espressi poi nel suo libro. Scopriamo insieme quali sono le 4 fasi fondamentali.

Silenzia i social media

Stabilire un rituale che prepara la mente al lavoro “profondo” e alla concentrazione aiuta ad aumentare la produttività lavorativa. Per prima cosa, quindi, spegni il telefono o silenzia i social media, spegni suonerie e avvisi di notifiche. Prepara un caffè, tè, acqua, spegni le luci che non servono nella stanza, chiudi la porta e mettiti comodo sulla sedia, accendi il pc.

Stabilisci l’obiettivo

Le sessioni di Deep work devono essere motivate in modo forte e deciso, quindi un obiettivo importante da raggiungere deve essere stabilito prima di iniziare. Perché questo lavoro è importante? La risposta sarà la tua motivazione

Applicati al lavoro

Il terzo step è dedicato all’azione, ovvero al lavoro. Una volta stabilito l’obiettivo da raggiungere, saranno chiare anche le azioni da svolgere per raggiungerlo. Può essere più facile, in alcuni casi, suddividere il percorso in piccoli passaggi con mete da raggiungere. Supera i limiti, cerca di imparare cose nuove step by step salendo di livello in termini lavorativi e personali.

Migliora ad ogni step

Chi si appresta a eseguire il Deep work, deve sviluppare una concentrazione tale da estraniarsi dalle continue distrazioni. Controlla sempre di aver spento suonerie, social e qualsiasi cosa possa distogliere l’attenzione dal lavoro. Un buon esercizio è quello di cronometrarsi per osservare quanto dura la concentrazione, ogni volta devi superare il tempo precedente.

error: Content is protected !!